HomeVeneziaMovie Walks: Venezia, la Luna e Tu

Movie Walks: Venezia, la Luna e Tu

La Basilica di San Giorgio Maggiore a Venezia, la Luna e Tu

Movie Walks: Venezia, la Luna e Tu

Una scanzonata e leggera commedia sulla figura del gondoliere Bepi, incorreggibile latin-lover impersonato da un istrionico Alberto Sordi. La sua vita sopra le righe sembra doversi fermare in vista del matrimonio con Nina (, la bionda dirimpettaia, che vuole toglierlo dalle sue distrazioni cercando di rimetterlo in riga. Nel frattempo l’acerrimo rivale Toni (Nino Manfredi) spera che questo matrimonio non si faccia e vive nell’attesa di un ripensamento della promessa sposa. Le disavventure strampalate di Bepi tra amanti, parenti e amici si svolgono in una Venezia da cartolina, carica di colori e spensieratezza.

 

L’itinerario dedicato alla pellicola Venezia la Luna e Tu (1958) vi porterà a seguire le disavventure dei protagonisti, rivivendo l’originale vacanza di Nathalie e Janet in compagnia del gondoliere marpione ed esplorando i luoghi noti e meno noti di Venezia con un’altra prospettiva. Dalla Stazione a Ponte di Rialto, dalla casa di Bepi alla famigerata Pensione Amore, ricorderemo una delle pellicole più divertenti girate a Venezia.

 

Stazione Santa Lucia

Si parte dalla Stazione Santa Lucia, uno degli accessi principali alla città e luogo d’inizio di gran parte delle pellicole girate a Venezia. La scalinata e il piazzale di questa stazione sono il posto dove di tradizione i gondolieri si appostavano per offrire il proprio servizio ai viaggiatori appena arrivati. Bepi incontra qui infatti per la prima volta due ragazze americane, prendendo le loro valigie per sbaglio.

 

stazione-santa-lucia-film-venezia-l-amore-e-tu

 

È infatti in questo luogo di incontri e scambi che Bepi il gondoliere prenderà la valigie delle turiste straniere Nathalie e Janet, scambiandole per quelle di due signore anziane e cominciando così una serie di gaffe ed equivoci e che proseguiranno per tutta la durata del film.
Proprio qui la serie di piccole disavventure ha inizio: il parroco Don Fulgenzio, amico di Bepi, gli ricorda che la processione è alle 3 e che tra una settimana si dovrà sposare. Belle per questo motivo, il gondoliere dovrà tenersi dal cercare di sedurre le ragazze come invece faceva fino a poco tempo fa.

 

La Stazione di Santa Lucia è il luogo prediletto per le pellicole ambientate a Venezia: il suo grande piazzale sul Canal Grande, primo accesso alla città per chi arriva con i treni, è la scenografia ideale per l’incontro tra i protagonisti prima di affrontate le avventure nella città.

 

San Geremia

Dalla Stazione di Santa Lucia ci si avvia per il classico percorso turistico seguendo il Rio Terà Lista di Spagna. Lungo questa strada popolata da numerosi negozi e bar è possibile raggiungere il Campo di San Geremia che porta il nome della chiesa di San Geremia.

 

campo-san-geremia-venezia

 

Nel film di Dino Risi, la chiesa di San Geremia è uno dei luoghi dove si è compiuta la magia del cinema, utilizzando un trucco davvero interessante: la zona che dà sul Canal Grande, retrostante alla Chiesa, è infatti il luogo dove le due ragazze americane alloggeranno, accompagnate “dal più bel gondolier de Venexia“.

 

pesione-amore-film-venezia-l-amore-e-tu

 

La Pensione Amore, dove alloggiano le due ragazze, è in realtà un finto ingresso realizzato appositamente per il film sul muro di cinta di un cortile situato accanto alla chiesa: con delle sapienti inquadrature e la giusta disposizione di elementi di scena, l’albergo con vista sul Canal Grande è diventato reale nella pellicola.

 

san-geremia-canale-venezia

 

Visitando questo luogo oggi si può notare come in questo angolo tranquillo a pochi passi dalla trafficata Lista di Spagna non ci sono più i tavolini e le ringhiere presenti invece nel film.

 

molo-san-geremia-venezia

 

La Chiesa di San Geremia, poco frequentata da turisti, è uno dei luoghi di culto più rappresentativi della Città di Venezia: ospita infatti il corpo di Santa Lucia e alcuni resti della Chiesa che venne abbattuta per costruire proprio la stazione dei treni.

Dopo la visita delle fondamenta, si prosegue verso il Ponte delle Guglie, Rio Terà San Leonardo, la Calle del Pistor e Rio Terà della Maddalena per arrivare a Strada Nova. Questa strada venne realizzata demolendo molti edifici storici per collegare Rialto e la stazione.

 

Share With:
Rate This Article

Brian Gibboni, ragazzo friulano e laureato in Lingue e Culture dell'Asia Orientale presso l'Università Ca' Foscari, si interessa di tutto ciò che riguarda l'incontro e lo scambio tra culture diverse. Completa la sua formazione iscrivendosi al Master in Economia e Gestione del Turismo presso il Ciset. Oggi lavora per il tour operator giapponese JTB Italy, dove si occupa di gestione e pianificazione di tour per viaggi organizzati.

brian@italymoviewalks.com

No Comments

Leave A Comment