HomeMilanoMilano: sulle tracce di Leonardo

Milano: sulle tracce di Leonardo

Piazza Duomo - Milano Italy Movie Walks

Milano: sulle tracce di Leonardo

 

Usciamo ora nel Parco del Castello Sforzesco, indugiamo un po’ ad ammirarne il verde, i grandi alberi e la veduta che offre di questo lato del Castello.
Ci troviamo in Parco Sempione, uno dei polmoni verde della città con un’estensione di circa 386.000 m².

 

parco-sempione-milano-lombardia

 

Passeggiare nel Parco Sempione è molto piacevole ed è possibile ammirare una flora ricca e variegata e incontrare prati all’inglese, viali, piazzuole, corsi d’acqua e una collinetta artificiale. Il Parco è anche sede di edifici storici e rappresentativi come l’Arena Civica, realizzata da Luigi Canonica nel 1907 e tuttora uno dei maggiori monumenti di Milano, l’Arco della Pace, la Torre Littoria, il Palazzo dell’Arte, il monumento a Napoleone III, l’Arena e l’Acquario.

 

E’ proprio nel cuore del Parco Sempione, sul piccolo e caratteristico ponte detto “delle Sirenette” (per via delle statue di ghisa poste all’estremità delle spallette) che avviene, nel film Rocco e i suoi Fratelli (1960), un dialogo duro e serrato tra Rocco, che sta svolgendo il suo quotidiano allenamento da pugile, e il fratello minore Ciro (Max Cartier). La scena si chiude con un dialogo sincero tra i due fratelli, dove Rocco si domanda se non sarebbe stato meglio rimanere al Sud anziché emigrare in una città che, piano piano, sta sconvolgendo le loro esistenze e cambiando irreparabilmente la loro vita.

 

Rocco e i suoi fratelli - Milano Movie Walks

 

Proseguiamo il nostro itinerario costeggiando verso sinistra tutto il percorso dell’antico fossato, fino ad incontrare il cancello di uscita dal Parco su Viale Gadio. Attraversiamo il Viale e imbocchiamo Via Minghetti, che ci porta in poche decine di metri in Piazza Cadorna, altro luogo storico e nevralgico della città.
Oggetto di un innovativo restyling negli anni ’90 su progetto dell’architetto Gae Aulenti, ospita una gigantesca scultura di Claes Oldenburg e Coosie Van Bruggen, raffigurante un ago con filo e nodo, omaggio alla laboriosità milanese.

 

Piazza Cadorna - Milano Movie Walks

 

Costeggiamo e superiamo l’edificio della Stazione Ferrovie Nord Milano svoltando poi a destra in Via Boccaccio, che seguiamo fino a raggiungere Piazza Virgilio. Contorniamo la Piazza sul suo lato sinistro, superiamo Via Vincenzo Monti e imbocchiamo poco più avanti sulla sinistra Via Caradosso, che ci porterà ad uno dei più splendidi capolavori dell’arte italiana, conosciuto in tutto il mondo: il Cenacolo Vinciano e l’attigua Chiesa di Santa Maria delle Grazie, entrambi classificati patrimonio dell’umanità dall’Unesco.

 

Chiesa di Santa Maria delle Grazie - Milano Movie Walks

 

La Chiesa di Santa Maria delle Grazie appare nel film Un eroe in borghese (1995), quando l’avvocato Giorgio Ambrosoli (Fabrizio Bentivoglio) accompagna il figlioletto Umberto alla scuola di Via Ruffini 4, a pochi passi dalla chiesa di Santa Maria delle Grazie che si scorge in fondo alla via. Giorgio lo saluta affettuosamente e lo abbraccia.

 

Un eroe borghese - Milano Movie Walks

 

Prima di visitare la Chiesa possiamo riposarci all’interno del Chiostrino delle Rane, un delizioso angolo di quiete contornato da un portico a colonne e con al centro una graziosa fontana ornata da quattro simpatiche… ranocchie!

 

santa-maria-delle-grazie-chiostrino-delle-rane-milano-lombardia

 

Share With:
Rate This Article

Torinese di nascita e milanese d`adozione, lavora da oltre trent`anni nel turismo organizzato ma di sé ama dire che di professione fa il "girovago", visto che il suo lavoro lo porta spesso in giro per il mondo. Interessato da sempre alla comunicazione digitale, ha conseguito attestati in Social Media Strategy e Digital Marketing. Ideatore delle Milano Movie Walks, passeggiate milanesi ispirate al cinema.

davide@italymoviewalks.com

No Comments

Leave A Comment